Novità scientifiche

Novità scientifica - Neurologia

Il nome di quell'attore...l'ho proprio sulla punta della lingua...ma dove ho messo i miei occhiali? Non ricordo dove ho posteggiato l'auto...
Piccole défaillances che capitano a tutti, ma è possibile "assicurare" il proprio patrimonio cognitivo (memoria, attenzione, processi logici, etc.), salvaguardandolo dal fisiologico, quotidiano processo di invecchiamento?

Neurologia, Mind your brain
Novità scientifica - Neurologia

Circa il 25% dei casi di Alzheimer è di tipo ereditario, ovvero ha cause genetiche.
Queste forme familiari sono rare e caratterizzate da precoce età di insorgenza e rapida evoluzione. Mutazioni localizzate nel sito del cromosoma 21 responsabile della sintesi della proteina beta-amiloide (APP) determinano una abnorme produzione di questa sostanza ed un suo patologico accumulo a livello cerebrale sotto forma di "placche senili" tipiche dell’Alzheimer. Mentre nei cromosomi 14 e 1 si trovano i geni responsabili della sintesi di alcune proteine della membrana neuronale (Presenilina 1 e Presenilina 2). Mutazioni a questi livelli determinano la produzione di proteine non funzionali, con conseguenti probabili anomalie di trasmissione di messaggi tra i neuroni.

Neurologia, Alzheimer
Novità scientifica - Neurologia

L’Apolipoproteina E (Apo-E) è una glicoproteina sintetizzata principalmente nel fegato e nel cervello la cui funzione principale è quella di ligando recettoriale per la clearance delle lipoproteine circolanti dal sangue e dal liquido cerebrospinale. Esistono 3 diverse isoforme dell’Apo-E (e2, e3 e e4) che mostrano una differente affinità per il recettore delle LDL (low density lipoprotein).

Neurologia, Alzheimer