WellCAM Prevenzione!

Iniziative gratuite di prevenzione rivolte alla cittadinanza

WellCAM Prevenzione!

Il desiderio di condividere con la cittadinanza le conquiste che avvengono dietro i vetri e i vetrini del laboratorio è tra i principi ispiratori dell’azienda, fin dalla sua fondazione. L’orientamento all’attività scientifica da parte del CAM si è sempre concretizzato, infatti, in una serie di iniziative volte a generare diretti vantaggi per i nostri pazienti. Nel corso degli anni, molteplici sono stati i programmi di prevenzione e screening gratuiti dedicati agli abitanti del territorio. Tutti animati dal mandato di “costruire salute”, educando le persone a scegliere corretti stili di vita, a tenersi costantemente informate e aggiornate sulle tematiche sanitarie e ad attuare efficaci abitudini preventive.

Tumore al seno

E’ del 1984 la campagna gratuita per la diagnosi precoce del tumore al seno proposta a tutte le donne residenti nel comune di Villasanta. Su 1932 donne visitate, diagnosticati cinque "early cancer", tumori maligni non ancora clinicamente rilevabili e sessantacinque patologie benigne.

Helicobacter Pylori

Nei primi anni ’90 il CAM si rivolge ai bambini, con uno screening per la ricerca dell’Helicobacter Pylori. Pochi anni prima, i ricercatori (Marshall e Warren) scoprono che la maggior parte dei disturbi gastrici è dovuta alla presenza di questo batterio nello stomaco. Essendo molto infettivo, tipicamente si propaga nelle comunità infantili e, da lì, contagia poi i componenti del nucleo famigliare. Condiviso il programma con la Clinica Pediatrica dell’Ospedale San Gerardo di Monza, il CAM procede all’esecuzione gratuita del test (accompagnato da una raccolta anamnestica) sui bambini di una scuola media del comune di Villasanta. Il 30% di loro risulta positivo all’esame e viene così indirizzato all’Ospedale per la corretta terapia antibiotica e per l’estensione della ricerca a tutta la famiglia. A conferma dell’efficacia di queste corrette abitudini preventive (a cui successivamente ha aderito via via una popolazione sempre più numerosa), il drastico calo delle diagnosi di ulcera gastrica. 

HPV Human Papilloma Virus

L’8 maggio 2008, in collaborazione con il comune di Monza e la ASL Monza e Brianza, viene presentata alla cittadinanza l’opportunità di aderire alla campagna vaccinale contro l’HPV.
Il Papilloma Virus Umano, molto diffuso, è causa di molti tumori maligni del collo dell’utero. In Italia ogni anno 3500 donne si ammalano di tumore del collo dell’utero e, di queste, 1700 ne muoiono. Nel 2007 è stato registrato e reso disponibile un nuovo vaccino che previene l’infezione da Papillomavirus umano (HPV); questa novità è stata definita dal presidente dell’American Cancer Society “uno dei più importanti progressi nella salute delle donne in anni recenti”. Si tratta, a tutti gli effetti, della prima vaccinazione al mondo per la prevenzione di un tumore. La sinergia tra vaccinazione e pap test potrebbe portare in qualche decina di anni a una drastica riduzione del tumore al collo dell’utero: una conquista inestimabile in termini non solo di vite salvate e sofferenze evitate, ma anche di enorme contenimento della spesa sanitaria. Per questo, accanto all’offerta regionale di vaccinazione a livello di sanità pubblica -inevitabilmente limitata a certe fasce d’età a causa del budget limitato-, il CAM ha voluto garantire pari opportunità alle donne non in target regionale, offrendo la vaccinazione a una tariffa agevolata (di semplice copertura delle spese del vaccino).

Open day osteoporosi

L’osteoporosi è la più diffusa patologia a carico del sistema scheletrico, ma nonostante questo resta una “malattia silenziosa”, perché può progredire per diversi anni prima di essere diagnosticata. La patologia si manifesta, infatti, solo quando si presentano le sue conseguenze (fratture ossee patologiche), ma spesso nemmeno una frattura è sufficiente affinché l’osteoporosi sia diagnosticata. Si calcola, infatti, che solo una frattura vertebrale su tre sia riscontrata clinicamente. Partito nel 2009, replicato nel 2012, l’“open day” per la prevenzione gratuita dell’osteoporosi, organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Famiglia e Politiche Sociali del Comune di Monza, si è trasformato in una “open week”, visto che abbiamo dovuto ripetere ben 7 volte la giornata di esami per soddisfare la richiesta dei pazienti.
Un mattone (o sette) per volta, costruiamo salute.

Open day tiroide

In occasione della “settimana mondiale della tiroide”, il CAM propone annualmente, dal 2012, uno screening gratuito presso la propria sede di Monza. Sono 6 milioni gli italiani affetti da disfunzioni e patologie legate alla tiroide e quello della tiroide è il tumore a più rapido incremento di casi. In generale, le patologie riguardanti quest’organo possono non essere immediatamente identificate, perché i sintomi spesso sono molto sfumati e comuni ad altre malattie. Senza specifici controlli, quindi, non è sempre facile accorgersene. Con lo spirito di fare emergere e diagnosticare precocemente disturbi e malattie di questa ghiandola, per poter mettere in atto sin da subito opportuni provvedimenti terapeutici, lo screening ecografico gratuito della tiroide proposto dal CAM di inserisce in un contesto di iniziative internazionali che coinvolge le principali associazioni scientifiche della tiroide in Europa e negli altri continenti.

Una mela al giorno

Nel weekend del 29 giugno 2013, presso il Centro Commerciale Il Globo di Busnago, il CAM ha offerto alla cittadinanza uno screening cardio-metabolico gratuito. Oggi si assiste a un incremento dei cosiddetti fattori di “rischio cardiometabolico”, rappresentati in sostanza da obesità e alterato controllo glicemico, legati a uno stile di vita scorretto (errori alimentari e sedentarietà). Attualmente l’obesità è pertanto considerata una vera e propria anticamera di malattia. Parallelamente all’aumento dell’obesità, si assiste all’incremento del diabete e una grande attenzione è stata posta sulla correlazione tra diabete e obesità viscerale, ritenuti strettamente interdipendenti. All’obesità si associa una serie di fattori di rischio, quali la dislipidemia aterogena, l’ipertensione essenziale e l’incremento dell’infiammazione, tutte condizioni che sono il preludio a situazioni patologiche anche gravi. Attraverso la misurazione di alcuni parametri, è stato possibile in maniera agevole e diffusa, orientare un centinaio di persone rispetto al loro rischio specifico in materia.

Benessere e bellezza

Sempre più numerose evidenze scientifiche confermano che il benessere psicologico ed emotivo dell’individuo è la prima garanzia di equilibrio dell’organismo nel suo complesso, quindi anche di un efficace funzionamento del sistema immunitario e dunque migliore condizione preventiva e protettiva di disturbi e patologie. Su questa base, il miglioramento del proprio aspetto, se desiderato a partire da un bisogno profondo, genera maggior autostima e sicurezza e quindi uno stato di maggior benessere psicofisico. Per questo, accanto a campagne volte alla prevenzione o diagnosi precoce di patologie anche gravi, nell’ottobre del 2013, il CAM ha offerto un trattamento medico estetico gratuito a diverse decine di pazienti interessati. Un medico esperto in medicina estetica, previa verifica di idoneità del paziente eseguita con una visita di inquadramento clinico, ha trattato i pazienti con un dispositivi in grado di contrastare i segni dell’invecchiamento cutaneo e ridonare alla pelle nuova giovinezza.