Ambulatorio di Medicina del Dolore

Novità

È attivo da quest’anno presso Synlab CAM Monza un ambulatorio dedicato alla gestione del dolore cronico. Il nuovo servizio è strutturato per prendersi cura del paziente con dolore cronico che quindi è diventato esso stesso una malattia.
Se fino a qualche anno fa si parlava di “terapia del dolore” in riferimento al dolore post operatorio, quindi ad un trattamento magari intenso ma di breve durata, oggi la realtà è molto diversa. Il dolore è diventato esso stesso una malattia cronica e quindi un problema medico e sociale importantissimo. Tale evoluzione è legata a due fattori: da una parte l’aumentata vita media e quindi i relativi problemi alla colonna vertebrale e alle articolazioni, dall’altra il miglioramento delle opzioni terapeutiche nella malattia oncologica. Il dolore, in questo gruppo di pazienti, riguarda tutto il percorso della malattia oncologica, anche nella fase di “lunga sopravvivenza” come esito sintomatico dei trattamenti antiblastici.
Dalla semplice visione Cartesiana di un rapporto persona-dolore, in cui il cervello è il punto di arrivo di stimoli che danno dolore, si è passati, con la scoperta dei recettori per gli oppioidi e delle endorfine, a una situazione quasi opposta. Lo stimolo doloroso entra in un’area del cervello (definita come la “matrice del dolore”) in cui, a sua volta, contrae rapporti chimici con vari stimoli, dall’ansia alle aspettative del singolo, dalle sue credenze al suo modo di atteggiarsi attivo o passivo di fronte alle difficoltà della vita. È sostanzialmente questo il motivo per cui qualsiasi farmaco analgesico, anche il più potente, potrebbe non essere utile in quanto non annullerebbe gli altri meccanismi responsabili del perpetuarsi di stimoli dolorosi che non originano dalla periferia ma dalla “matrice del dolore”. Anche la neonata Cannabis non può risolvere un puzzle dalle molteplici sfaccettature, molte delle quali derivano dalla cultura di ognuno di noi.

Sono questi i motivi ispiratori di un ambulatorio di “Medicina del Dolore” in cui la persona, che segue un percorso clinico diverso a seconda della situazione di base, possa trovare il completo orizzonte terapeutico oggi disponibile. Il primo approccio è la diagnosi clinica o strumentale del pain generator cioè di quella struttura che causa dolore. A questo punto, nell’ambulatorio Synlab CAM si imposta un trattamento farmacologico oppure un trattamento infiltrativo, anche con guida ecografica, diretto alla causa del dolore. Non viene però nemmeno tralasciata, tramite test che vengono compilati al domicilio, la valutazione delle aspettative del paziente e della sua qualità di vita con lo scopo, se necessario, di riconcettualizzare il sintomo dolore della persona. In occasione delle successive valutazioni cliniche vengono impostati, se necessari, anche trattamenti di rimodulazione dello stimolo doloroso di tipo farmacologico o di tipo elettrico. L’obiettivo è e sarà sempre comunque quello di ottenere un miglioramento della qualità di vita della persona.