Vivere la sclerosi multipla in una nuova era farmacologica

Convegno - Neurologia - Corso ECM
Auditorium CAM Monza v.le Elvezia Dedicato a: MEDICI (tutte le specialità), BIOLOGI, PSICOLOGI, DIETISTI, INFERMIERI

Martedì 14 giugno 2016, dalle ore 14.00 alle ore 21.30 presso l'Auditorium CAM di viale Elvezia a Monza si è tenuto il corso ECM dal titolo: "Vivere la sclerosi multipla in una nuova era farmacologica".

Siamo giunti alla V edizione del “Congresso annuale CAM-Sclerosi Multipla”. Rispetto al primo, organizzato quattro anni fa, le opzioni terapeutiche disponibili per questa malattia sono aumentate esponenzialmente.
Con l’approvazione di Fingolimod nel 2011 si è entrati a tutti gli effetti nell’era delle terapie orali. Negli anni successivi si sono aggiunte altre due molecole (Dimetilfumarato e Teriflunomide) tra i farmaci orali disponibili per la SM. Inoltre, grazie ai risultati positivi degli ultimi studi, si è riusciti a ridurre l’impatto ed il numero di somministrazioni dei tradizionali farmaci iniettivi. Anche per quella forma di malattia sempre considerata orfana di un trattamento (la forma primaria progressiva), l’avvento dell’Ocrelizumab ha permesso di riaccendere una speranza. Con la stessa “viralità“ con cui i brillanti risultati degli studi preregistrativi hanno diffuso entusiasmo nei social network, così il riscontro di importanti effetti collaterali (PML, carcinoma basocellulare, reazioni autoimmuni sistemiche) ha diffuso un panico ingiustificato.
L’arcaica paura dell’uomo per ciò che è ignoto o parzialmente determinato soffocherà l’utopia di un progresso farmacologico onnipotente e infinito?
INNOVAZIONE o TRADIZIONE? Non esiste un algoritmo universalmente applicabile da cui evincere la scelta del trattamento. La variabilità del quadro clinico, il profilo emotivo, la propensione al rischio, sono tutte variabili che fanno della storia di ogni singolo paziente una storia a sé. Soltanto la conoscenza dei meccanismi di azione dei nuovi farmaci, delle loro potenziali interazioni (utili o dannose), l‘impatto che essi hanno sulla real life, può permettere allo specialista di scegliere per ogni individuo la terapia ottimale in quella fase di malattia. I recenti progressi delle Neuroscienze permettono inoltre di animare una speranza in più. Si è scoperto, infatti, che una iperattivazione della microglia insieme ai prodotti dello stress ossidativo è responsabile delle disfunzioni sinaptiche presenti anche nella fase di quiescenza della malattia. La modulazione dell’attività microgliale e quella degli enzimi pro-ossidanti può rappresentare quindi una nuova, affascinante strategia per incrementare la neuroplasticità cerebrale.

Relatori:

VITTORIO CRESPI
Specialista Neurologo CAM Monza, Past Director U.O Neurologia Ospedale Desio e Vimercate
MASSIMILIANO DI FILIPPO
Ricercatore Universitario e Neurologo Clinico, titolare dell’insegnamento di Neurologia presso il Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, Università di Perugia
ROBERTO FURLAN
INSPE, OSR, Capogruppo Unità di Neuorimmunologia Clinica
MAIRA GIRONI
INSPE, OSR, Unità di Neuorimmunologia Clinica e Centro Sclerosi Multipla; Specialista Neurologo CAM Monza
LETIZIA LEOCANI
INSPE, OSR, Responsabile dell’Area Didattica del Dipartimento Neurologico e Centro MAGICS
VITTORIO MARTINELLI
INSPE OSR, Responsabile unità di Neurologia e Centro Sclerosi Multipla
LUCIA MOIOLA
Coordinatore d’area di ambulatori e DH Dipartimento di Neurologia e Centro Sclerosi Multipla, OSR Milano
MARIA ASSUNTA ROCCA
Group Leader Neuroimaging Research Unit - INSPE, OSR, Università Vita Salute San Raffaele
MARIAEMMA RODEGHER
Coordinatore degli ambulatori Centro Sclerosi Multipla Divisione di Neurologia, IRCCS Policlinico San Donato
MARCO ROVARIS
Primario U.O. Riabilitazione Neuromotoria Centro Sclerosi Multipla - IRCSS Santa Maria Nascente Fondazione Don Carlo Gnocchi - Milano
CLAUDIO SOLARO
U.O. Neurologia Ospedale Micone Genova§

Programma:

Moderatori: C. Solaro, V. Crespi

NUOVI INSIGHT SUI MECCANISMI EZIOPATOGENETICI

  • 14:00 Sclerosi Multipla: la realtà dei numeri - V. Crespi
  • 14:15 Meccanismi eziopatogenetici e modelli sperimentali: nuove conoscenze - R. Furlan
  • 14:45 Oltre l’infiammazione: insufficienza mitocondriale e stress ossidativo - M. Gironi
  • 15:15 Il decorso progressivo: diversa fase o diversa malattia? - M. Rovaris
  • 15:45 Discussione con caso clinico
  • 16:20 Coffee break

LE SFIDE TERAPEUTICHE

  • 16:40 Switch terapeutico: i nuovi farmaci sono equivalenti in safety ed effectiveness? - M. Rodegher
  • 17:10 Gravidanza e SM: benefici e rischi nella sospensione del farmaco - L. Moiola
  • 17:40 I farmaci per la forma primaria progressiva: speranza lecita? - C. Solaro
  • 18:10 Discussione con caso clinico

STRATEGIE NEUROPROTETTIVE ENDOGENE

  • 18:40 Neuroplasticità: come si trasformano le sinapsi - M. Di Filippo
  • 19:10 Neuroplasticità: analisi di imaging - M. Rocca
  • 19:30 Tecniche di neurofisiologia per potenziare la riserva cognitiva - L. Leocani
  • 19:50 Discussione
  • 20:00 Lifestyle e SclerosiMultipla: il ruolo dell’ambiente, della nutrizione e dell’attività fisica e mentale - V. Martinelli
  • 20:40 Questionario ECM
  • 21:00 Cena Sociale
Modalità di partecipazione

La partecipazione al corso è gratuita e dà diritto a 6 crediti ECM

Segreteria organizzativa e provider:
"Medical Services"
Via F. Martinengo, 27 - 20139 Milano
Tel. 02 5397427 - Fax 02 533992 - info@medicalecmservices.it  

Documenti correlati
Programma + Scheda di iscrizione Scarica
Locandina Scarica
Il decorso progressivo: diversa fase o diversa malattia? - M. Rovaris Scarica
Neuroplasticità: analisi di imaging - M. Rocca Scarica